sabato 9 marzo 2013

E adesso un po' di buoni propositi...


Nel post precedente ho tolto qualche sassolino dalla scarpa esponendo il mio punto di vista sul variegato panorama dell’handmade, anzi più precisamente solo su quella fetta con cui io ho avuto modo di confrontarmi. Da questo piccolo sfogo personale è nato un vivace dibattito, per me inaspettato che mi ha fatto capire che una condizione che io pensavo riguardasse pochi ha trovato invece eco in molti. Ho trovato davvero incoraggiante la rete di solidarietà che si è spontaneamente creata in rete, ho avuto, grazie ai vostri commenti, la possibilità di approfondire l’argomento e trovare in questo modo tante risorse con cui fronteggiare quegli ostacoli che stavano all’origine del malcontento che muoveva quelle righe. Qualcuno ha trovato pedanti, denigratorie e autocelebrative le mie parole, qualcun altro mi ha accusato di avere poca umiltà; nonostante questo non sento la necessità  di fare precisazioni o chiarimenti che aggiungano qualcosa al post precedente… l’ho riletto molte volte e credo fermamente di averlo scritto con molto garbo, senza mancare di rispetto a nessuno. L’unica cosa che sentivo mancare era un po’ di chiarezza sull’argomento e i numerosi commenti mi hanno confermato che in tanti avete avvertito lo stesso disagio.
Ora, proprio come chi ha tolto un sassolino dalla scarpa, sento una decisa sensazione di sollievo, mi sento pronta a riprendere il cammino con nuova spensieratezza e tanti buoni propositi. Per prima cosa ho sperimentato le potenzialità del “contagio positivo”, che funziona un po’ come i cerchi che si diffondono nell’acqua dopo che vi abbiamo lanciato il famoso sassolino. Per una strana coincidenza, proprio mentre vedevo crescere i vostri commenti in calce al post mi è arrivato su facebook il link di un bellissimo flashmob organizzato a Copenhagen, sicuramente in molti lo avrete visto ma se a qualcuno dovesse essere sfuggito eccolo qui... 




A questo punto, (dopo aver asciugato i lacrimoni) la mia vocazione jodorowskiana si è risvegliata e ho sentito forte la certezza che da un piccolo gesto può avvenire un grande cambiamento… ed è questo che voglio cercare di tenere sempre a mente anche nel mio lavoro. Sono sicura che essere fedeli a sé stessi, coerenti con il percorso che si è scelto, fare cose di cui si possa essere sempre fieri, provare (e riprovare e poi ancora riprovare) a fare del proprio meglio, siano tutti ottimi sassolini da lanciare nel mare sconfinato, sicuri di ottenere in cambio qualcosa di bello. Questo rischia davvero di diventare un post “sentimentalone”, ma oggi, grazie anche a voi, mi sento più del solito in vena di dire che mi piace il mio lavoro e che mi sento una privilegiata ad avere la possibilità di farlo. Quindi… detto fatto, ho impastato, disegnato, tagliato, dipinto, scartavetrato, verniciato, assemblato… e il laboratorio è pieno di colori, di tentativi, di nuove idee.
Spero di avervi contagiato, proprio come voi avete contagiato me…
Per concludere, vi mostro due nuove collane, ancora ispirate al mio eroe Buster Keaton.
 A presto con altre colorate novità…

Collana realizzata con illustrazione originale duediquadri 
Collana realizzata con illustrazione originale duediquadri

8 commenti:

  1. Concordo con te, mi sento anche io molto fortunata: la creatività è una dote meravigliosa e chi ce l'ha deve essere felice di questo.

    Aggiungo pure un: adoro Buster Keaton, figura poetica e melanconica (pure gnocco nel suo genere!).
    Ciaooooooooooo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo Ila, anche sulla "gnoccaggine" :-))
      GRAZIE!!! :-) un bacione

      Elimina
  2. Mi piace molto il parallelo tra i sassolini tolti dalle scarpe ed i sassolini lanciati in acqua che generano onde concentriche di contagio positivo.
    Magari sono proprio gli stessi sassolini? Quegli argomenti fastidiosi che, una volta esposti e depotenziati, possono diventare generatori di positività proprio perchè risolti?

    Bòn, basta cose serie, passiamo a quelle serissime! Quanto son belle le nuove collane? Si sente da qui la brezza di primavera sbocciante! Delicate e di carattere... come sempre.
    :***

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Eli, secondo me sono proprio gli stessi sassolini...
      Sono proprio entusiaste, facendo un giro per i "vostri" blog è tutto uno sbocciare di colori e cose bellissime... viva il contagio positivo e viva la primavera :-)
      Queste collane sono rielaborazioni delle illustrazioni che già conosci... adesso invece sto lavorando parecchio con l'argilla polimerica e sono venute fuori delle forme più irregolari, molto "materiche" e con un tocco per me nuovo... spero ti piaceranno anche quelle!

      Elimina
  3. Ciao, volevo ringraziarti, dopo aver letto il post precedente e quello di Paper Leaf, mi sono sentita più sollevata e in buona compagnia :).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, felice che tu sia passata da qui... anche io mi sento in ottima compagnia!

      Elimina
  4. Entro qui per la prima volta e mi trovo a condividere tutto, dalla commozione guardando il video alla consapevolezza che possiamo davvero fare qualcosa di bello e che il mondo non è fatto solo di brutture, ma che siamo in tanti a vedere e cercare la poesia nei piccoli gesti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora grazie per essere passata di qui! Mi incoraggia ogni giorno questa comunità che si è creata in rete tra persone che condividono molto anche se a distanza...
      Grazie e in bocca al lupo per il tuo lavoro e per tutto il resto :-)

      Elimina