martedì 26 marzo 2013

Orecchini "pom pom" + premio a sorpresa!

 Quanto passano in fretta questi giorni! E' come se un invisibile qualcuno approfitti dei miei attimi di distrazione per portare continuamente avanti l'orologio. Prima che anche quest'attimo sparisca, vi mostro un altro piccolo frutto del mio recente lavoro. Sono degli orecchini che ho chiamato "pom pom", ma che mi ricordano anche i fuochi d'artificio o dei fiori... e se qualcuno volesse vederci qualsiasi altra cosa, come si fa con le nuvole, non me ne avrei a male (oggi rispolvero con ironia e umiltà questa vecchia lezione del maestro Duchamp).




Adesso cambio completamente argomento per dirvi che oggi ho trovato una sorpresa proprio qui...
La cara Claudia, nome in codice La civetta chiacchierina, mi ha dato un premio! Nientepopòdiché. 


Grazie Caludia! Sono felice che tu abbia pensato a me.
Ecco dopo aver gioito vado a seguire le seguenti regole proposte dalla giuria ;-)








REGOLE: 
1. Ringraziare il blog che ti ha assegnato il premio (e qua "mi sono portata avanti col lavoro")
2. Rispondere alle 11 domande poste dallo stesso blogger 
3. Scrivere 11 cose su di te
4. Premiare altri 11 blog con meno di 200 followers
5. Formulare altre 11 domande a cui dovranno rispondere i bloggers da te scelti


2) DOMANDE

1. I tre aggettivi che ti descrivono meglio?

Lenta. Laboriosa. Curiosa.

2. Il libro sul comodino

Per una nascita senza violenza di Frédérick Leboyer

3. Hai mai letto fumetti?

Non sono la mia passione, ma ho amato Peanuts e i lavori di Andrea Pazienza.

4. Completa la frase: non posso farci nulla, sono dipendente da...

da Sky e da innumerevoli programmi/serie che sono la causa di simpatiche liti coniugali, tipo "24 ore in sala parto", "Malattie imbarazzanti", "Il cibo ti fa bella", "Sos Tata", "Affari di famiglia", "Lie to me" e chi più ne ha più ne metta :-) 

5. La tua app preferita per smatphone?

Non so di cosa state parlando... Faccio parte di quegli ultimi sopravvissuti che hanno ancora un telefono che serve solo a telefonare. L'unica cosa che posso fare è cambiare suoneria :-)

6. L'acquisto tecnologico che vorresti fare?

Vorrei avere quell'aggeggio infernale che aspira e lava i pavimenti mentre tu vivi la tua vita altrove...

7. Il social network che usi di più?

Facebook e Pinterest. Pinterest andrebbe pure nella domanda relativa alle dipendenze :-)

8. Angolo dei golosi. Qual'è il tuo dolce preferito?

Non amo molto i dolci tipici delle pasticcerie, sono una fan di semplici ciambelle fatte in casa e poi del cioccolato fondente (che dicono faccia anche bene alla salute, quindi adesso chi mi ferma più! ^___^)

9. Che tempo fa nella tua città in questo momento?

Da qualche giorno ci illumina un sole meraviglioso, che ancora però si alterna a nuvole dispettose...

10. Da piccolo il tuo cartone animato preferito era...?

Kolbi il koala :-)

11. I tre telefilm del tuo cuore.

Uno solo, La signora in giallo! Angela Lansbury, un'icona.


3) UNDICI COSE SU DI ME

1. Se un giorno avrò un figlio, dovrà imparare dai miei cani.
2. Mi fanno paura le persone che hanno le verità in tasca e sono poveri di domande. Mi fa paura l'ignoranza che diventa vanto. 
3. Mia nonna mi ha insegnato che la natura è enorme e sa cose che l'uomo non sa. 
Clifford Geertz mi ha fatto riflettere sull'uomo come ultimo anello della catena evolutiva. Li ringrazio entrambi.
4. Ho una 600 arancione, meglio nota come "la gamberomobile".
5. Di lavoro faccio l'artigiano e non il creativo.
6. Ho una terribile avversione per il telefonino... la maggior parte dei miei amici chiamano il mio compagno per parlare con me, perché sanno che perdo freudianamente e sistematicamente il cellulare.
7. Ho due pupazzi con cui parlo abitualmente, Sbircio e Splattino. Le persone a me vicine hanno dovuto accettarli come membri della famiglia.
8. Per fortuna esistono i libri, i film, l'arte...
9. Stare sul divano col mio compagno e i nostri due cani è terapia quotidiana.
10. Nonostante le mie poche smancerie amo la famiglia, la casa come nido, la solitudine come momento per elaborare e capire quello che mi accade.
11. Il teatro è vero più del vero...

4) I BLOG CHE HO SCELTO DI PREMIARE


5) DOMANDE PER I BLOGGERS SCELTI

Mi sembra carino lasciare le stesse domande, anche per vedere le differenze di risposta...


POSTILLA: Vi ringrazio e vi dedico questo premio anche se non avrete tempo di rispondere alle domande o di seguire queste regole... Un bacio a voi e agli altri blog con più followers che sono fonte di quotidiana ispirazione e confronto.
Alla prossima...




venerdì 22 marzo 2013

Grazie Valentina!


Avete presente quelle giornate in cui nulla va per il verso giusto, le cose vi cadono dalle mani e distruggete ogni oggetto al vostro passaggio? Ecco è questo che mi capita da qualche giorno, forse a causa della stanchezza o della primavera... non so...
Poi arrivano piccoli regali come questo e tutto riacquista una luce nuova! Un'artigiana come me mi dedica uno spazio nel suo bellissimo blog e già questo basterebbe a farmi tornare l'umore alle stelle. Ma c'è di più: 
Valentina Musumeci è siciliana, ma come racconta lei stessa nelle righe che gentilmente mi ha dedicato, ci siamo conosciute a Madrid, città dove lei attualmente vive...
Anche se ci conosciamo ancora poco, il suo sorriso limpido e solare mi ha svelato sin dall'inizio che si tratta di una persona speciale. E oggi ne ho la conferma... Leggere per credere... :-)
Grazie Valentina...



lunedì 18 marzo 2013

Un assaggio di primavera

Collana e orecchini in argilla polimerica modellata a mano

Collana in argilla polimerica modellata a mano

Finalmente vi mostro qualcosa dei miei ultimi lavori...
Per il momento ho messo un po' da parte il lavoro "grafico" con le illustrazioni per sperimentare di nuovo il modellato, con una resa più "materica" rispetto a certi risultati ottenuti in passato. 
Il ritorno ad un lavoro prevalentemente "tattile" mi ha dato come sempre delle piccole gioie sensoriali come avere le mani sporche di pigmenti e inchiostri, sentire gli odori dei materiali usati... tutte cose che disegnando al computer inevitabilmente si perdono (per lasciar posto però anche a tanto altro, fortunatamente). 
Insomma, in questa fase del mio lavoro i miei occhi hanno fatto il pieno di tante emozioni, soprattutto di verdi, fucsia e magenta come potete vedere in queste foto... ma anche di colori più vicini alla terra, marroni, arancio, verde oliva illuminati da pigmenti color oro e bronzo, come vi mostrerò più avanti.
Spero che il risultato vi piaccia, alla prossima!


sabato 9 marzo 2013

E adesso un po' di buoni propositi...


Nel post precedente ho tolto qualche sassolino dalla scarpa esponendo il mio punto di vista sul variegato panorama dell’handmade, anzi più precisamente solo su quella fetta con cui io ho avuto modo di confrontarmi. Da questo piccolo sfogo personale è nato un vivace dibattito, per me inaspettato che mi ha fatto capire che una condizione che io pensavo riguardasse pochi ha trovato invece eco in molti. Ho trovato davvero incoraggiante la rete di solidarietà che si è spontaneamente creata in rete, ho avuto, grazie ai vostri commenti, la possibilità di approfondire l’argomento e trovare in questo modo tante risorse con cui fronteggiare quegli ostacoli che stavano all’origine del malcontento che muoveva quelle righe. Qualcuno ha trovato pedanti, denigratorie e autocelebrative le mie parole, qualcun altro mi ha accusato di avere poca umiltà; nonostante questo non sento la necessità  di fare precisazioni o chiarimenti che aggiungano qualcosa al post precedente… l’ho riletto molte volte e credo fermamente di averlo scritto con molto garbo, senza mancare di rispetto a nessuno. L’unica cosa che sentivo mancare era un po’ di chiarezza sull’argomento e i numerosi commenti mi hanno confermato che in tanti avete avvertito lo stesso disagio.
Ora, proprio come chi ha tolto un sassolino dalla scarpa, sento una decisa sensazione di sollievo, mi sento pronta a riprendere il cammino con nuova spensieratezza e tanti buoni propositi. Per prima cosa ho sperimentato le potenzialità del “contagio positivo”, che funziona un po’ come i cerchi che si diffondono nell’acqua dopo che vi abbiamo lanciato il famoso sassolino. Per una strana coincidenza, proprio mentre vedevo crescere i vostri commenti in calce al post mi è arrivato su facebook il link di un bellissimo flashmob organizzato a Copenhagen, sicuramente in molti lo avrete visto ma se a qualcuno dovesse essere sfuggito eccolo qui... 




A questo punto, (dopo aver asciugato i lacrimoni) la mia vocazione jodorowskiana si è risvegliata e ho sentito forte la certezza che da un piccolo gesto può avvenire un grande cambiamento… ed è questo che voglio cercare di tenere sempre a mente anche nel mio lavoro. Sono sicura che essere fedeli a sé stessi, coerenti con il percorso che si è scelto, fare cose di cui si possa essere sempre fieri, provare (e riprovare e poi ancora riprovare) a fare del proprio meglio, siano tutti ottimi sassolini da lanciare nel mare sconfinato, sicuri di ottenere in cambio qualcosa di bello. Questo rischia davvero di diventare un post “sentimentalone”, ma oggi, grazie anche a voi, mi sento più del solito in vena di dire che mi piace il mio lavoro e che mi sento una privilegiata ad avere la possibilità di farlo. Quindi… detto fatto, ho impastato, disegnato, tagliato, dipinto, scartavetrato, verniciato, assemblato… e il laboratorio è pieno di colori, di tentativi, di nuove idee.
Spero di avervi contagiato, proprio come voi avete contagiato me…
Per concludere, vi mostro due nuove collane, ancora ispirate al mio eroe Buster Keaton.
 A presto con altre colorate novità…

Collana realizzata con illustrazione originale duediquadri 
Collana realizzata con illustrazione originale duediquadri