martedì 28 maggio 2013

Uno sguardo in alto per dimenticare la mediocrità

Yves Klein
Il post di oggi è una piccola pausa, un piccolo spazio bianco tra un lavoro e l'altro, un attimo di respiro per raccogliere le energie e ripartire con nuovi propositi.
Mi domando cosa sarebbe la mia vita senza l'arte, senza i libri, senza il teatro, il cinema... ovvero senza quei maestri che facendomi sentire piccola mi hanno insegnato a diventare un po' più grande tenendo a mente l'umiltà. A guardare in basso ci si abbrutisce e si rischia di perdere l'abitudine a "mirare in alto". 
Guardandomi intorno (ad altezza uomo, intendo) vedo tante cose che ogni giorno mi fanno fare un passo indietro verso le sicure quattro mura di casa mia: vedo fotografi da aperitivo, artisti da supermercato, dj con nomi improbabili... E nemmeno le botteghe e i negozi possono più chiamarsi con i loro nomi, perché adesso è tutto "concept-qualcosa". Tutto è arte, anche i panettieri organizzano mostre e scoprono talenti. La cultura diventa buffet. Per non parlare del proliferare incontrollato di creativi di tutti i tipi e di tutte le forme. A proposito... alla parola "creativo" che indica una professione non mi rassegnerò mai. Di conseguenza, in questo mondo di "idee, creatività, atmosfere" per citare (ancora una volta) Nanni Moretti, mi sento a disagio e vorrei poter sbattere i tacchi delle scarpette rosse come Dorothy e tornare a casa in un soffio perché " there's no place like home", ne sono certa.
Per essere artisti basta affidarsi ad un "outfit" vincente, per essere fotografi basta instagram e una reflex da sfoggiare come un monile. E poi, fondamentale: essere presenti all'evento figo, dove poter salutare il conoscente da lontano alzando il bibitone alcolico e sgranocchiando noccioline. Fenomenologia dell'aperitivo. Le sinapsi si attivano solo se mastichi qualcosa: che ci si trovi alla presentazione di un libro, alla prima di uno spettacolo o  ad una mostra di pittura. 
Della vergogna si sono perse le tracce. L'ignoranza è un vanto. Tutti hanno tanto da (mostrare) dire: che bella annata per gli scrittori che non sono mai passati dall'essere lettori! 
La professionalità, il sapere, le competenze sono cose da sfigati. Ma non voglio finire in tristezza questo post, quindi lascio la parola a chi con un ARRIVEDERCI E GRAZIE ha saputo dire tanto di più...

martedì 21 maggio 2013

Priscilla medusa arzilla



Finalmente una medusa da accarezzare :-)Pronta a tuffarsi in un'amicizia vera, di quelle che lasciano il segno... chi vuole provare?
Sono ancora in vena di scherzi... intanto intorno a me sono tutti abbronzati, mentre io sfoggio la mia carnagione color tortora pallido. Torno a lavorare, a prestissimo! 
Saluti da Priscilla.

giovedì 16 maggio 2013

Per bimbi di ogni età

Ho aggiunto qualche pezzo alla mia collezione dedicata ai più piccoli e a chi non vuole crescere, eccoli:
 Il piccolo body è destinato al più "brontolino" di tutti i nipotini :-)


Questa collana è un piccolo omaggio alle illustrazioni di Benjamin Lacombe...


L'orsetto invece è la versione nuova di un mio vecchio disegno, dipinto in origine su una maglietta.

E voi siete già cresciuti?

mercoledì 15 maggio 2013

Corso di fotografia per ragazzi

Sono felice di collaborare ancora una volta con Chiara Scattina, amica di lunga data ma anche professionista che stimo molto per il suo percorso e il suo lavoro. Chiara unisce due ambiti apparentemente distanti, la professione di psicologa e quella di fotografa, facendo sì che la foto diventi (più che mai) uno strumento per leggere la realtà e leggersi contemporaneamente dentro e con attenzione profonda. Dalla nostra amicizia e dal confronto delle nostre diverse esperienze è nato questo progetto: un corso di fotografia indirizzato principalmente ai ragazzi della scuola media. In un momento storico in cui "scattare" è una moda e la foto è un potente oggetto di scambio e di interazione (come avviene quotidianamente sui social network), ci è sembrato interessante strutturare un percorso che aiuti i ragazzi ad usare questa tecnologia in modo più creativo, che stimoli il venire fuori della propria personalità. Infatti, oltre a fornire delle basi tecniche, oggetto del corso sarà il "cambiamento di punto di vista", ovvero l'esplorazione delle molteplici (e meno usuali) potenzialità espressive del mezzo.


Per conoscere più da vicino il lavoro di Chiara, vi rimando al suo portfolio. Per avere invece ulteriori informazioni sul corso e sulle modalità di iscrizione potete mandare una mail all'indirizzo due_di_quadri@yahoo.it



domenica 12 maggio 2013

Relax!


Un post piccolo piccolo per augurarvi una bella domenica (e un po' di spensieratezza) e farvi vedere due nuove paia di orecchini :

I primi sono realizzati in tessuto inamidato, montati con ovale in ottone e piccoli pendenti in giada viola;


Questi invece sono modellati in argilla polimerica, tinti con smalti e montati con pendenti in quarzo.


A prestissimo! 




giovedì 9 maggio 2013

...Ecco il risultato

Qualche post fa vi avevo mostrato un angolo del mio tavolo di lavoro, adesso vi mostro invece qualche risultato...






Sto ancora esplorando lo stile etnico, continuo a lavorare su accostamenti di colore molto decisi (come per la linea Bollywood), rosso-verde-viola ad esempio. 
Spero vi piacciano questi tre risultati...
Scappo in laboratorio, oggi ho in mente di decorare una parete, se il risultato sarà degno di nota metterò una foto anche di quello! Buona giornata a tutti :-)



giovedì 2 maggio 2013

La solitudine dell'artigiano + Very Inspiring Blogger Award


Gironzolando qua e là, saltando da un blog all'altro, ho notato che molte artigiane come me hanno trascorso questi giorni di festa al lavoro. Forse al nord è stata complice la pioggia, ma è vero anche che quando il lavoro è piacevole non ci sono "ferie comandate" ed è una vera fortuna. Io non ho orari di lavoro, perché il lavoro non è quasi mai separato dal resto, da un ipotetico "non lavoro"...  insomma lavoro e vita quotidiana non camminano su binari separati ma condividono un progetto comune. Non tirate conclusioni affrettate, non è tutto così idilliaco come sembra, ma sono felice di avere questa piccola ma importante autonomia e di poter lavorare con fatica sì, ma soprattutto con passione. Così ieri, mentre leggevo messaggi in tempo reale inviati dalle spiagge, dalle "scampagnate" con annesso banchetto frugale, dalle escursioni fuori porta ... io ero a casa a lavorare e a fare con calma altre cose che di solito faccio correndo (e imprecando). Per esempio il bucato: ieri per la prima volta dopo non so quanto tempo ho piegato tutti i calzini (tutti meno quello disperso ovviamente). Mi sono sentita un piccolo astronauta su un pianeta straniero, avvolta da un silenzio ovattato e misterioso. Niente canzoni a squarciagola di Lucio Battisti nel raggio di chilometri. 
Comunque la primavera ha bussato anche alla mia porta, nonostante ultimamente io sia in una specie di letargo sociale. Io e Sergio abbiamo anticipato la gita del primo maggio ad un giorno feriale di fine di aprile, regalandoci una passeggiata sotto i pini dell'Etna con le cagnolone + picnic su prato... una meraviglia.

E giacché di meraviglie si parla, colgo l'occasione per ringraziare la cara Elisa di paper leaf per avermi regalato un bel premio, eccolo qui:

Very Inspiring Blogger Award

A dire il vero so di non meritare questo premio, non dedico al blog il tempo e la cura che vorrei... ma la ringrazio davvero tanto per aver pensato a me.
Adesso, come da regolamento, devo "mettere su pubblica piazza 7 cose di me"; e indicare i blog che mi sono d'ispirazione...

Angolino delle confessioni di duediquadri:

1. Quest'estate in spiaggia studierò meglio l'inglese, giuro (anche se sono fermamente convinta che "il giorno della fine non ti servirà l'inglese", come dice il mio caro Battiato).
2. Le lenticchie calde e le coccole dei cani mi rimettono in pace col mondo.
3. Mi piace comprare (o recuperare) oggetti usati e dar loro nuova vita e nuova storia.
4. Non mi piace l'odore dei fiori recisi.
5. Sottolineo le frasi sui libri, anche con la penna, e faccio le orecchie alle pagine.
6. Ho bisogno di un po' di solitudine ogni giorno.
7. Ho il carrello di Etsy sempre pieno!

Ed ecco i blog che premio (sicuramente molti di loro avranno già ricevuto dei premi, o forse proprio questo, ma scelgo di menzionarli ugualmente):

Claire Quillier, ovvero "monamì", la mia amica artigiana con la A maiuscola, in questo momento alle prese con il suo capolavoro... il piccolo bebè che l'ha resa una splendida mammina

Filo e Colori di Ila, per i suoi lavori super raffinati dai colori esplosivi e per la sensibilità che ha nel promuovere i lavori di altri artigiani

Amàbito, per la sua bravura dal gusto semplice e deciso e per aver permesso a chi la segue di seguire tutte le evoluzioni del suo lavoro, regalandoci sempre delle belle immagini di "backstage" 

Fascinationstreet, per il modo in cui sa dare vita al metallo con forme sempre più belle

Il macramè di Sabrina, per le sue mani sapienti che modellano il filo coniugando forme antiche e moderne

Kairos Gioielli, per il modo in cui rende attuali tecniche antiche, con forme che richiamano l'essenza stessa della natura

ManùMacramè, per il suo gusto davvero moderno e colorato e per i suoi preziosissimi consigli!

La Civetta Chiacchierina, per la sua sapienza nel trasformare semplici fogli di carta in gioielli moderni e coloratissimi

La que sabe, per la sua vocazione al riciclo che la rende la maga della camera d'aria

Perline di Saggezza, perché davanti alla sua bravura rimango sempre a bocca aperta

Serena Vasta, non è un'artigiana ma adoro leggere i suoi post culinari, si percepisce da lontano che si tratta di pasti preparati con cura e amore

La mandragola, perché abbiamo in comune un gusto un po' naif e per la sua generosità nel dare spazio ad altri bravi artigiani

La notte le penso... il giorno le creo, per la sua creatività frizzante accompagnata da una manualità davvero preziosa

Cappello a Bombetta, per la sua creatività versatile e il suo blog pieno di spunti colorati e originali

Tulimami, per la sua fantasia colorata a 360°

Azulando, perché è una bravissima artigiana e una donna molto coraggiosa... leggere il suo blog è fonte di molti spunti di riflessione. Che questo sia il mio personale in bocca al lupo per il suo nuovo blog...

Ok adesso (se avete voglia e tempo) tocca a voi:
Queste sono le piccole regole...

• scrivere un post corredato dall'immagine del premio
• citare chi vi ha nominato
• scrivere le sette curiosità su voi stessi
• nominare quindici blog d'ispirazione per voi
• avvisare con un commento chi avete scelto

A presto!
Gabri